Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

In cucina, a 10 mani


04/10/13
Difficile pensare che un cuoco ceda lo scettro della propria cucina. Ma se gli chef sono speciali e se si riuniscono per una buona causa, allora ecco sfatato anche il sempreterno mito del cuoco come stella capricciosa.

 

Sono arrivati a Pollenzo (Cuneo) da Marocco, Olanda e Italia. Alcuni hanno fatto poca strada e sono stati i padroni di casa. Altri sono arrivati da più lontano: chi dal deserto marocchino, chi da Amsterdam, chi dalla Sicilia. E si sono ritrovati, tutti insieme, sabato 21 settembre a Pollenzo per una cena a 10 mani. Mentre le vie di Bra, erano invase dalle bancarelle e dalle attività di Cheese (l'evento internazionale di Slow Food dedicato alle produzioni lattiero-caseario a latte crudo e di qualità), a Pollenzo, presso l'Albergo dell'Agenzia è stato il turno della Cena dell'Alleanza. Una cena che ha visto una collaborazione splendida tra i cuochi in cucina in un clima di curiosità e scambio nella presentazione dei piatti.

 

Si chiamano Habib Balatif, Joris Bijdendijk, Geert Burema, Andrea Alì e Pierpaolo Livorno. E sono tutti cuochi dell'Alleanza, il progetto della Fondazione Slow Food che mette in contatto cuochi e produttori, nato in Italia e oggi attivo anche in Olanda e in Marocco.

 

Dall'aperitivo al caffè, il fil rouge della serata è stato l'utilizzo dei Presìdi italiani e internazionali, per far apprezzare i prodotti locali, particolari, in via d'estinzione in una veste multiculturale ma rispettosa delle tradizioni.

 

Habib Balatif è cuoco del ristorante Café du sud di Tagounite, un piccolo villaggio alle porte della porzione di deserto del Sahara noto come Erg Chigaga. Per l'occasione ha cucinato una pastilla marocchina farcita con petto e cosce di pollo filettate stufate con zafferano di Taliouine (Presidio Slow Food), mandorle di Noto (Presidio Slow Food), cipolla di Certaldo e cannella. Il piatto è stato rifinito con miele di agrumi di ape nera sicula (Presidio slow food) e mandorle di Noto (Presidio Slow Food) e accompagnato da tè alla menta.

 

Il cuoco Andrea Alì, del ristorante osteria "Da Andrea" di Palazzolo Acreide (Sr), ha presentato una crema catalana, realizzata con farina di carrube, miele di ape nera sicula (Presidio Slow food), mandorle di Noto (Presidio Slow Food) e zucchero di canna.

 

I cuochi olandesi Joris Bijdendijk e Geert Burema, dei ristoranti Bridges e Merkelbach (entrambi di Amsterdam) hanno presentato un antipasto a base di muggine essiccato dei pescatori tradizionali del Waddensee (Presidio Slow Food), salsa di prezzemolo e barbabietola rossa. Il primo piatto da loro presentato invece era una composizione di cavolfiore fritto nel burro chiarificato, su una base di crema di zucca e pastinaca, in abbinamento con il naegelholt tradizionale (prodotto dell'Arca del Gusto olandese) e il gouda artigianale stravecchio (Presidio Slow Food).

 

Il cuoco che giocava in casa, Pierpaolo Livorno, del ristorante l'Agenzia, ha invece preparato l'antipasto di peperoni corno di bue di Carmagnola (Presidio Slow Food) farcito con i Presìdi Slow Food della palamita del mare di Toscana e dei capperi di Salina.

 

La cena si è infine conclusa con una tazzina di caffè selvatico della foresta di Harenna, anche questo fiore all'occhiello dei Presidi, caffè mono-origine arabica coltivato in ambito agroforestale.

 

Scopri il progetto dell'Alleanza e i ristoranti coinvolti!
www.fondazioneslowfood.it/alleanza

 

Le Cene dell'Alleanza, i cui ricavati sono destinati a finanziare i progetti dei Presìdi, sono sostenute dal Consorzio Franciacorta, solida e importante realtà del settore vinicolo italiano che ha messo a disposizione le proprie bottiglie per accompagnare gli eventi arricchendo con un altro prodotto di qualità la già notevole offerta gastronomica.







   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab