Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

In Messico con la chiocciola


22/07/13
Un appuntamento al quale non poteva mancare la rete messicana di Slow Food e Terra Madre. Stiamo parlando di Exporestaurantes che, dal 26 al 28 giugno, a Città del Messico ha coinvolto il mondo della gastronomia del paese.

 

Uno spazio di 100 mq, allestito con materiali sostenibili e riciclati, è stato animato da un gruppo di sei condotte, dai soci del nascente Slow Food Youth Network messicano e da un folto gruppo di produttori provenienti da diverse comunità della rete di Terra Madre da tutto il paese, dai rappresentanti di tre Presìdi (cacao della Chontalpa, amaranto di Tehuacán e miele di ape nativa della Sierra Norte di Puebla). Molti sono stati i prodotti in vendita: da pale di cactus, fichi d'india, radici di dalia a peperoncini endemici, larve di formica, salse della tradizione messicana, schiacciate di mais blu, birre artigianali, mezcal e molto altro.

 

«La nostra partecipazione all'evento è frutto del lavoro realizzato con le comunità del cibo e le condotte messicane, e ha tra gli obiettivi principali la diffusione della filosofia di Slow Food e il lancio dello Slow Food Youth Network a Città del Messico», ha indicato Alfonso Rocha, fiduciario di Puebla e Consigliere per il Messico e il Centro America.

 

I membri della rete hanno organizzato e animato diverse conferenze sulla ricchissima gastronomia regionale messicana e teatri del gusto con le cuoche della tradizione, socie del movimento. La partecipazione a Exporestaurantes è stata inoltre occasione per continuare a denunciare ai consumatori i rischi rappresentati dal mais Ogm insieme ad alcune organizzazioni della rete "Sin Maíz no hay País", come la Ong messicana Semillas de Vida.

 

Secondo Alma Rosa Garces, coordinatrice del Presidio del cacao della Chontalpa «Exporestaurantes è stata un'esperienza molto gratificante, visto che per la prima volta in Messico Slow Food ha saputo presentarsi come una comunità unita di produttori e professionisti, con obiettivi comuni e un percorso tracciato da seguire. Abbiamo creato molto interesse e aspettative verso il movimento, ha concluso Alma, ottenendo grande visibilità».

 

Dulce María Espinosa de la Mora
Giornalista messicana e socia Slow Food






   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab