Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

Uova azzurre e solidarietà


21/02/13
Non è raro, in tempi di crisi, scovare storie di solidarietà e di reciproco aiuto. Non è raro tanto più all'interno di una grande rete come lo è quella di Slow Food. E allora oggi vi raccontiamo cosa è successo al Presidio della gallina dalle uova azzurre in Cile e cosa hanno fatto i cuochi italiani dell'Alleanza per aiutarlo a rinascere.

 

Sono già passati due anni da quando un violento terremoto ha colpito duramente la parte centromeridionale del Cile, comprese le regioni di Bío Bío e di La Araucanía, dove circa 20 donne mapuche da sempre allevano galline di razza araucana che, curiosamente, danno uova dalla particolare colorazione azzurra. Duecentomila case sono andate distrutte o danneggiate, sono crollati ospedali e scuole, fabbriche e uffici. Molti cileni hanno perso la casa e il lavoro e le produttrici hanno perso molte delle galline allevate. E c'è di più. Il terremoto ha sconvolto l'equilibrio idrico dell'area (con una conseguente siccità che ha portato all'aumento del prezzo dei cereali, alimento base delle galline) e, nel 2012, la deforestazione indiscriminata del territorio di Quillón, nella regione di Bío Bío, ha causato un grave incendio.

 

La rete Slow Food non poteva restare inerte e subito è partita una raccolta fondi, grazie alla tenacia dei cuochi italiani che, dall'altra parte dell'oceano organizzavano cene e serate per aiutare le produttrici. Tanto che, nel corso del 2011, sono stati raccolti ben 15.540 euro (arrivati a 17.742 grazie alla raccolta fondi online organizzata da Slow Food). Del resto l'Alleanza è una rete solidale, all'interno della quale i cuochi hanno stretto un patto con i produttori dei Presìdi. Oggi il progetto dell'Alleanza tra i cuochi italiani e i Presìdi Slow Food riunisce oltre 300 ristoranti e osterie italiane impegnate a valorizzare i Presìdi (inserendo almeno tre prodotti dei Presìdi nei menù).

 

E così, le donne mapuche si sono organizzate, hanno recuperato le galline perdute, ricostruito i pollai, hanno organizzato il primo incontro nazionale delle allevatrici di galline di razza araucana (16 aprile 2012, Quillón, Bello Bosque), hanno scambiato galli e galline per la riproduzione della razza e sementi native per la loro alimentazione, hanno lavorato per diffondere i princìpi di Slow Food, hanno discusso la diffusione di un marchio di identificazione delle uova e, infine, hanno realizzato una serie di incontri per l'organizzazione e l'avvio di iniziative di promozione del consumo delle uova azzurre.

 

Risultato di quest'ultima attività sono state le Canastas Azules (a destra, nella foto). Oggi un gruppo di acquisto di Concepción può acquistare direttamente cestini contenenti uova azzurre e altri prodotti freschi e di stagione, provenienti dagli orti delle allevatrici.

 

Con i fondi raccolti, i cuochi dell'Alleanza hanno anche aiutato le produttrici mapuche di merkén del territorio Nagche e Wenteche dell'Araucanía, anch'esso colpito dal terremoto. Le produttrici hanno partecipato a un percorso di formazione per la valorizzazione del merkén, durante il quale sono state condivise e sistematizzate ricette tradizionali ed elaborati piatti conditi con merkén. Si è inoltre promosso il consumo locale, mediante la partecipazione di alcune produttrici alla fiera che si tiene ogni sabato nel comune di Traiguén.


Per saperne di più:
http://slowconviviadelsur.wordpress.com

 

Valentina Bianco
Responsabile progetti della Fondazione Slow Food in Cile
Tel. +39 0172 419708
v.bianco@slowfood.it

 






   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab