Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

Un anno di biodiversità


11/12/12
365 giorni con casari, pescatori, contadini. Con agronomi, veterinari, fotografi, studenti. Con cuochi, osti, mastri birrai. Dalle altissime montagne del Pamir, nel Caucaso, fino alle isole di Robinson Crusoe (in Cile) e alle foreste africane. Sono i 365 giorni della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.

 

La biodiversità è fatta di piante, uomini, animali. Di climi e ambienti naturali. Di lingue e culture. Di cibi. E la Fondazione Slow Food lavora per la sua difesa, per garantire un cibo buono, pulito e giusto per tutti, salvaguardando le tradizioni locali e la sovranità alimentare delle comunità.


Presìdi, mille orti in Africa, Mercati della Terra, Arca del Gusto. E ancora missioni di tecnici, scambi di formazione, seminari, incontri. Il 2012 è stato un anno denso di iniziative e progetti che sarebbero stati impossibili da realizzare senza la mobilitazione dell'associazione Slow Food e al contributo di istituzioni (come la Regione Toscana e la Regione Veneto, in primis), di fondazioni, ma anche di tante aziende private.

 

Vi raccontiamo solo alcune delle tante iniziative organizzate dalle aziende, per sostenere i progetti della Fondazione Slow Food.


Azienda Lenti
L'azienda torinese. durante il Salone del Gusto e Terra Madre, ha organizzato degustazioni di prosciutto cotto per cinque giorni. Il ricavato è stato devoluto al progetto di educazione alimentare "Per una merenda migliore in Venezuela", in quattro scuole della zona rurale di El Hatillo.


Ricrea
Sistemati qua e là, tra Oval e Lingotto, sulle bancarelle degli stand del Salone del Gusto e Terra Madre, c'erano i salvadanai in acciaio riciclato realizzati da Ricrea (il Consorzio Nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio). Grazie alle offerte dei visitatori, Ricrea ha deciso di sostenere il progetto Mille orti in Africa in Uganda: con il suo contributo saranno organizzati cinque scambi di formazione su produzione, conservazione e scambio delle sementi fra le scuole ugandesi.


Babbi
Nell'Oval, tra cacao, vaniglia e cioccolato arrivati dall'America Latina, c'era anche l'italianissima Babbi. L'azienda dolciaria emiliana ha esposto le sue specialità (a base di cioccolato, ovviamente) accanto ai prodotti d'oltreoceano. Proponendo gelati a offerta libera, Babbi ha raccolto una cifra significativa, che potrà finanziare le attività del Presidio della vaniglia della Chinantla (Messico).


Felsina
Grazie a Felsina (azienda toscana produttrice di vino e olio) e al suo contributo, comunità di produttori di olio extravergine albanesi, croate, turche, palestinesi e israeliane hanno potuto confrontarsi e discutere sulle problematiche di una produzione interessante ma poco conosciuta, che si sta affacciando timidamente sul mercato. L'incontro è stato organizzato in occasione del Salone del Gusto e Terra Madre, presso lo stand della Regione Puglia.

 

Ci sono poi altre aziende che hanno accompagnato la Fondazione Slow Food durante tutto il 2012. C'è chi ha raccolto fondi con prodotti specifici, a volte studiati appositamente (le agende e i segnalibri dell'emiliana Raggio Verde; i mappamondi di stoffa di Ecotoys; la cola Baladin) e chi, come Life, ha scelto di importare e commercializzare prodotti di Presìdi (i datteri dell'oasi di Siwa, in questo caso), devolvendo alla Fondazione una percentuale del ricavato dalle vendite.


A tutte queste aziende, va il nostro ringraziamento e l'invito a continuare a seguire da vicino le attività Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus!






   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab